FV Building Solution

aaa

Finestre in PVC: vantaggi e svantaggi

Infissi in PVC: la scelta migliore per la tua casa?

Dopo tanti anni, hai finalmente deciso di cambiare i tuoi infissi, ma al momento della scelta ti blocchi, smarrito, di fronte a varie opzioni: profili finestre in legno, alluminio o PVC? Una volta c’era solo il legno, oggi, invece, con le nuove tecnologie è possibile scegliere fra numerosi materiali come l’alluminio, gli ibridi legno-alluminio e il PVC. Ma cos’è il PVC? Ne hai sentito parlare, ma non hai mai approfondito l’argomento. Se al momento di acquistare nuovi serramenti, i tuoi pensieri sono più o meno questi, allora non disperare: con questa guida rapida sui pro e contro del PVC per serramenti, non avrai più dubbi!

Innanzitutto, è sempre bene tenere a mente che in generale non esiste il miglior materiale in assoluto, perché quando si acquista una nuova finestra, bisogna considerare vari fattori come: la zona geografica, la propria disponibilità economica e le condizioni climatiche, termiche e acustiche dell’area abitata. Tuttavia, il PVC è certamente fra i migliori materiali per infissi disponibili sul mercato. Scopriamo insieme perché.

Perché acquistare serramenti in PVC: 10 buoni motivi

Il PVC (tecnicamente noto come polivinilcloruro) è un materiale sintetico termoplastico, ricavato da materie prime come idrogeno, cloro e carbonio. La sua grande diffusione nel settore dell’edilizia è dovuta a numerosi vantaggi, come:

  1. Rispetto agli infissi in legno, infatti, i serramenti in PVC non richiedono alcuna manutenzione periodica, quindi non ci sarà bisogno di scrostare le persiane o ridipingere le finestre per conservarne l’impermeabilità, basterà usare i prodotti tradizionali per la pulizia degli infissi con cadenza semestrale, evitando così che i colori sbiadiscano. In più, l’ottima resistenza del PVC ad abrasioni e agenti atmosferici azzera il rischio di interventi straordinari;
  2. L’ottimo rapporto qualità-prezzo che rende il PVC il materiale più economico sul mercato. Essendo un materiale sintetico, infatti, il PVC ha costi estremamente contenuti sia in fase di realizzazione sia in fase di acquisto. In più, favorisce il risparmio energetico, grazie alle sue proprietà isolanti e non presenta costi di manutenzione;
  3. Le finestre in PVC non temono piogge acide, vento e salsedine, perché sono caratterizzate da un’altissima impermeabilità che le rende particolarmente resistenti a bufere di vento e infiltrazioni d’acqua: l’ideale per chi possiede una casa al mare;
  4. Il PVC è un ottimo isolante termoacustico con elevate proprietà fonoassorbenti, in grado cioè di proteggere uffici e abitazioni da rumori e inquinamento acustico. Il massimo del comfort per chi vive in luoghi trafficati o in una grande città;
  5. Il PVC per finestre è un materiale estremamente versatile e si abbina molto bene agli altri materiali, perciò se ami il legno, ma non vuoi perderti i vantaggi del PVC, puoi optare per una finestra in PVC rivestito in legno, una soluzione estetica che arricchirà la tua casa con lo stile elegante e raffinato tipico del legno. Inoltre, la sua grande versatilità gli permette di assumere forme e caratteristiche modellabili, adatte ad ogni esigenza architettonica;
  6. Buona durata nel tempo: gli infissi in PVC mantengono inalterate le proprie qualità (soprattutto per quanto riguarda l’isolamento termoacustico) per circa 30 anni;
  7. Il PVC è altamente igienico e non teme attacchi da parte di funghi e batteri (motivo per cui viene spesso impiegato negli istituti di cura);
  8. Il PVC è un materiale ignifugo e autoestinguente, in grado cioè di non alimentare le fiamme in caso di incendio, cessando di bruciare autonomamente;
  9. A differenza del legno, i serramenti in PVC sono indeformabili e non sono soggetti a corrosione;
  10.  Gli infissi in PVC sono sinonimo di sicurezza. Il telaio interno in acciaio (assieme a tanti piccoli accorgimenti come il vetro anti-sfondamento e le placche anti-trapano) proteggerà la tua casa da qualsiasi tentativo di scasso con cacciaviti e altri strumenti.

Infissi in PVC: conviene davvero? 5 difetti da tenere a mente

Nonostante i suoi indiscutibili pregi, però, anche il PVC presenta difetti e svantaggi. Scopriamo insieme quali:

1) malgrado i bassissimi costi e la semplicità della manutenzione, sarà impossibile riparare graffi e abrasioni, che richiederanno perciò la completa sostituzione del pezzo;

2) nonostante l’efficacissimo isolamento termico, con le alte temperature il PVC è soggetto a forti dilatazioni. In questo modo, in caso di eccessivo calore, la finestra rischierebbe di bloccarsi, creando problemi di apertura e chiusura. Perciò, dal momento che il PVC presenta una dilatazione superiore all’alluminio, è altamente sconsigliato usare profili in PVC per dimensioni superiori ai 2 metri e 50 cm di altezza per 1 metro e 10 cm di larghezza. In questo caso, sarà più opportuno usare profili in alluminio;

3) il legno, si sa, resta sempre il materiale di riferimento, anche per quanto riguarda l’estetica. Una finestra in PVC non potrà mai eguagliare la raffinata eleganza di un infisso in legno, con il suo stile caldo e accogliente;

4) a lungo andare, se esposte spesso ai raggi solari, le finestre in PVC tendono a scolorirsi, perdendo tutta la loro brillantezza;

5) tuttavia, il più grave difetto dei serramenti in PVC può presentarsi in caso di incendio: in tal caso, infatti le molecole del polivinilcloruro rischierebbero di trasformarsi in diossine e acido cloridrico, sostanze tossiche altamente pericolose per la salute.

Come puoi notare, acquistare finestre in PVC presenta più vantaggi che difetti, ma nessuno è perfetto. Molto dipenderà dalla zona in cui abiti, dalle condizioni meteorologiche e termoacustiche del posto e dalla tua disponibilità economica. Allora, che ne pensi? Sei pronto a fare la tua scelta? Se hai ancora qualche dubbio o domanda, chiedi pure ciò che vuoi nei commenti dei nostri canali social Facebook, Instagram o LinkedIn.